Questa sciocca disattenzione può costarti tante paia di calze scartate in più che potresti facilmente evitare

Il filo elastico ricoperto è un componente della calza molto sensibile. La sua tensione può variare per cause che si possono verificare davvero facilmente come quando le rocche:

  • rimangono troppo tempo esposte alla luce solare diretta
  • vengono fatte scivolare all’interno della scatole, nell’apposito spazio negli alveari, una sopra l’altra
  • cadano per terra
  • vengono impilate una sopra l’altra di fretta senza fare attenzione a farlo con delicatezza
  • subiscono colpi sui bordi

Se hai notato durante è durante la fase di inscatolamento che si verificano più spesso queste possibilità. Per essere precisi, da quando le rocche vengono tirate giù dalle spiralatrici a quando vengono ritirate nella scatola.

Cosa può succedere in questa fase?

I rischi che si corrono è che le rocche vengano legate su dei carrelli anziché direttamente sulla rastrelliera. Questo perché spesso per fare di corsa gli operai mettono una rocca sopra l’altra a contatto diretto senza porre molta attenzione a far piano.

Poi, come se non bastasse, queste rocche, in molti casi, vengono prese e lasciate cadere all’interno della scatola sempre per fare le cose di fretta.

Questi continui colpi che le rocche prendono, sopratutto quelli che subiscono nella parte superiore dove il filo entra a contatto diretto con il kingspool della rocca di sopra, sono la causa principale del cattivo svolgimento del filo quando lo carichi nella macchina per fare le calze.

Ecco cosa accade esattamente alle spire del filo elastico

Quando la rocca che sta sul fondo della scatola viene schiacciata da quella che le viene lasciata scivolare di sopra accade questo: le spire che si trovano nella parte più esterna della rocca si accavallano con le spire che stanno appena sotto.

Durante la fase di svolgimento, succede che quando il filo arriva al bordo della rocca e deve svolgere la spira che si trova nella parte più superiore, quella spira si trova sotto diverse altre spire. Per poter uscire questa porzione di filo deve per forza sforzarsi. Ed ecco che quindi si tende di più.

In altre parole se prima nella macchina da calze il filo entrava ad una tensione x, ora entrerà con una tensione superiore x+1, provocando nel polsino o nel corpo della calza dei restringimenti più o meno marcati in base al grado di tensione che ha in quel momento il filo.

Come evitare che questo accada

L’unica accortezza che puoi fare tu come produttore di calze all’interno della tua produzione è di istruire i tuoi operai a NON mettere le rocche una sopra l’altra senza separarle con qualcosa.

Noi per evitare il più possibile questi danni ai nostri clienti abbiamo creato e brevettato un metodo di lavoro e di inscatolamento diverso da tutti i nostri concorrenti che abbiamo soprannominato “Metodo Disposizione Furba”.

In cosa consiste questo metodo

Come hai letto in questo articolo la maggior parte della responsabilità del cattivo svolgimento del filo elastico ricoperto sulle tue macchina da calze, che ti causa il problema dei polsini irregolari è procurato principalmente da un problema che si verifica all’interno delle aziende produttrici di questo filo.

Con il metodo disposizione furba abbiamo brevettato il sistema di inscatolamento che protegge i bordi superiori delle rocche e ti permette di portarle vicino alle macchine perché piccoline.

Detto questo, se vuoi provare senza alcun rischio il nostro filo elastico ricoperto fai subito click su questo link www.elaspir.com/provaci-gratis/ e lascia i tuoi dati per ricevere GRATIS 12 rocche presso la tua azienda.

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *